Gli incontri con le scuole all'IC De Amicis di San Michele di Ganzaria

Continuano gli incontri con  le scuole degli operatori e degli ospiti del Cara Mine o. Ieri 25 maggio è stata la volta dell'Istituto Comprensivo De Amicis, plesso della Scuola Media di San Michele di Ganzaria.

“Prima di giudicarmi per il colore della pelle dovete conoscermi”. Questo è l’appello che il giovane camerunese Raul ha rivolto agli alunni delle due terze classi della scuola media dell’Ic “E. De

Amicis” del plesso di San Michele di Ganzaria, al termine di un incontro vissuto con loro all’insegna di due vocaboli più attuali che mai: accoglienza ed integrazione. La giornata, organizzata nell’ambito delle iniziative di conoscenza del Cara di Mineo da parte delle scuole del territorio calatino, ha riservato momenti didattici e ludici. Un’équipe del Cara, composta dal vicedirettore Ivana Galanti e dai giovani formatori Vito Amendola e Francesca Anzaldi, ha spiegato ai ragazzi, oltre al funzionamento del centro di contrada Cucinella, i vari processi di accoglienza dei giovani “asilanti”, che sbarcano sulle nostre coste. Gli alunni, inoltre, sono stati coinvolti, assieme a Keità, Raul, Buba, Dembelè e Seck, quest’ultimi richiedenti asilo ospiti del Cara, in giochi di conoscenza e fratellanza. “Oggi per i nostri ragazzi – ha sottolineato la coordinatrice della scuola secondaria, prof. Mariella Masi – è stata una giornata di informazione e soprattutto di formazione, finalizzata a far crescere in ognuno di loro una mentalità sensibile al tema dell’accoglienza, che è più attuale che mai”.

Martino Geraci