27 settembre 2018 - delegazione di parlamentari della Commissione Europea EPP Group, competente per le libertà civili, la giustizia e gli affari, in visita al campo.

Torneo di Streetball 2018 di Riccione

27 luglio - Arrivata a conclusione la fantastica avventura dei nostri ragazzi di Streetball al Torneo 3*3 2018 di Riccione. Anche se non sono riusciti a staccare il pass nel torneo Open Run, rimane l'orgoglio e la consapevolezza di aver aggiunto una nuova tessera a quel meraviglioso mosaico che è l'Integrazione.

Delegazione del Parlamento Europeo al Centro Accoglienza di Mineo

Martedì 24 luglio un folto gruppo dell'unità dell'interpretazione italiana del Parlamento Europeo, guidata dal Dr. Giancarlo Zucchetto, ha visitato il CARA di Mineo. Prima della visita al campo, il gruppo si è intrattenuto con il direttore dott. ing. Giuseppe Di Natale esponendo molte ed interessanti domande sull'accoglienza e sull'organizzazione interna del campo.

Vedi le foto della Giornata Mondiale del Rifugiato

Dopo il convegno della mattina le celebrazioni della Giornata Mondiale del Rifugiato sono proseguite il pomeriggio con la preghiera e alcune manifestazioni dedicate anche ai bambini. Poi, la sera, sfilata di moda e tutti a cantare e a ballare.

Per vedere tutte le foto vai alla pagina Media

Vittoria dei nostri ragazzi del gruppo basket

Ancora un successo dei nostri ragazzi dei gruppi sportivi.  Il Team CARA Mineo vince il titolo Open del  IX° torneo CSC 3*3 2018 -basket 3vs3- organizzato dal Carlentini Streetball Challenge.

 

http://www.streetballchallenge.it/

 

Il C.A.R.A. al Progetto Migra-n-ti di Abadir

Attori e protagonisti attivi e positivi nel panorama dell'Accoglienza e integrazione, 3 richiedenti asilo del CARA di Mineo sono stati ospiti alla serata inaugurale del Progetto MIGRA-N-TI, evento collaterale di Manifesta 12 a  cura di Domitilla Dardi dell'Accademia di Design e Arti Visive ABADIR. La mostra resterà aperta dal 6 luglio al 3 agosto al Monastero di san Nicolò l'Arena di Catania.

 

Concluso il 4° corso di alfabetizzazione informatica

La collaborzione tra il Consorzio Nuovo Cara Mineo e la ST MIcroelectronics Foundation continua a sfornare risultati di rilievo: concluso il quarto corso di alfabetizzazione informatica per i richiedenti asilo. Nella foto il gruppo di studenti ospiti e la consegna degli attestati finali.

Delegazione della Repubblica di Macedonia in visita al C.A.R.A.

Visita di conoscenza e studio sul modello di Accoglienza applicato al CARA di Mineo da parte di una delegazione della Repubblica di Macedonia. A guidare il gruppo di visitatori Dejan Ivkoski del Ministero del lavoro e delle politiche sociali di Macedonia. Presenti funzionari del dipartimento per l'Asilo, della Polizia di Frontiera e della task force per la lotta al traffico degli esseri umani del Ministero dell'Interno macedone. La delegazione, accompagnata da personale EASO e OSCE, è stata accolta dal direttore del centro dott. ing. Giuseppe Di Natale.

 

Il capo religioso di Touba incontra a Catania la comunità senegalese

Come ogni anno ieri la comunità senegalese della provincia di Catania si è riunita intorno a Serigne Mame Mor Mbacké, capo religioso e figlio erede del defunto Serigne Cheikh Mourtadahe Mbacké, che tramandano gli insegnamenti del fondatore della città santa di Touba. Anche i richiedenti asilo del Cara Mineo, con una rappresentanza di circa 100 ospiti, hanno potuto partecipare al Palaghiaccio di Catania alle consuete celebrazioni. Alla manifestazione hanno partecipato ospiti senegalesi, ma anche ivoriani, maliani e guineani.

Consegnati gli attestati del terzo corso di alfabetizzazione informatica

Prosegue la collaborazione tra il Consorzio Nuovo Cara Mineo e la STMicroelectronics Foundation, che ha allestito il nuovo laboratorio, con l'avvio del quarto corso di alfabetizzazione informatica per i richiedenti asilo. Nella foto il gruppo di ospiti che ha finito il terzo corso (11 lezioni) e, sotto, un momento della consegna degli attestati finali.

Il convegno per la giornata mondiale del rifugiato

Tanti interventi e tanta gente per il nostro convegno organizzato per la Giornata Mondiale del Rifugiato, dal titolo "Accoglienza e Integrazione: il valore dell'ospitalità".  Dopo l'introduzione del Prof. Giuseppe Davide Caruso, presidente del Consorzio Nuovo Cara Mineo, si sono avvicendati sul palco Franco De Pasquale, in  rappresentanza della Diocesi di Caltagirone, il vice Prefetto Francesco Milio, Marcello Ariosto della Questura di Caltagirone, Luciano Nigro della LILA, il regista Luciano Accomando, Cristiana Cipollini dell'UNHCR, il regista Alfredo Lo Piero, Emiliano Abramo della Comunità di Sant'Egidio, il prof. Stefano Zambon (nella foto) dell'Università di Ferrara, responsabile della del Report Integrato 2015/16 sul Cara di Mineo, Laura Girella dell'IIRC, Francesco Litrico dela ST Microelectronics Foundation, Ilenia Sottosanti dell'Associazione Teatrale Proscenio. Ha concluso i lavori, dopo aver dato la parola ai rappresentanti delle comunità presenti al Centro, il direttore Ing. Giuseppe Di Natale che ha ringraziato tutti quanti affermando che è grazie alla collaborazione e alla condivisione di tutti che il Cara Mineo ha potuto raggiungere importanti risultati.

Sono in distribuzione i numeri 27 e 28 della nostra rivista

Il 20 giugno la Giornata mondiale del rifugiato

"Accoglienza e integrazione: il valore dell'ospitalità", questo il titolo del convegno che occuperà gran parte della giornata dedicata alla celebrazione indetta per il "World Refugee Day 2018". Sono previsti interventi delle istituzioni, di registi, delle associazioni presenti al Centro con le loro attività, del prof. Stefano Zambon che presenterà il Report Integrato 2016/17 sul CARA  di Mineo, con l'introduzione del Prof. Caruso, presidente del Nuovo Cara Mineo e le conclusioni del direttore Ing. Di Natale.

L'ex premier Mario Monti in visita al nostro centro

Dopo essere stato ospite a Siracusa dell'Ortigia Business School,dove ha partecipato ad un convegno con la saggista e politica francese Sylvie Goulard, vice governatore della Banca centrale Francese ed ex Ministro della Difesa, l'ex premier Mario Monti, presidente dell'Università Bocconi è venuto in visita al Centro di Accoglienza.

Il prof. Monti è stato accompagnato dal Dr. Francesco Aureli dell'OBS di Siracusa, e dall'On.le Goulard. Tutti sono stati ricevuti dal Prefetto di Catania Silvana Riccio, dal Gruppo di Lavoro di Missione del Ministero dell'Interno presso il Cara, e dal Direttore e dal Presidente del Consorzio Nuovo Cara Mineo che hanno accompagnato gli ospiti a visionare i servizi offerti dal centro ai richiedenti asilo.

 

Il Centro Formazione Professionale di Cebano Monregalese in visita al Cara

Un momento della visita al C.A.R.A. di Mineo raccontato dal responsabile della sede di Mondovì che ha accompagnato 27 studenti.

"È  stato bello cercare di capire le varie attività ed i servizi svolti nel centro, ma ciò  che può cambiare il nostro modo di pensare é altro. In questo caso, il mio pensiero sul profugo cambia, e cambia eccome, quando entro in relazione con l’Altro. Lo scrivo con la A maiuscola perché l’Altro é mio fratello e condivide con me la nostra umanità. Sono per strada mentre visito il Cara...

 

Mi avvicina un Altro. Mi saluta con “Ciao prof.” e la visita prende un taglio tutto diverso. Curioso. É lui ad avere fatto il primo passo, quello più coraggioso.Allora, per me é tutto più facile. Una lunga chiacchierata ci accompagna nei vialoni del Cara. Sono momenti preziosi.

Per me: entrare in relazione con Buka é  un regalo perché si abbattono barriere e la mente si libera.

Forse anche per lui: non so perché mi abbia cercato. Forse voleva un po’ di considerazione, uno sguardo non giudicante, un po’ di esercizio della lingua italiana. Non ho avuto il coraggio di chiederglielo, di fare io questo primo passo dopo che lui aveva camminato per primo nella mia direzione.

Eppure qualcosa ho imparato.

Stiamo facendo un'attività con gli ospiti dove con i colori lasciamo le nostre firme su un lenzuolo. Fuori dalla finestra, un Altro guarda con curiosità. Esco, lo invito, lo accompagno dentro. È toccato a me fare il primo passo, ma qualcuno me lo aveva appena insegnato… Un selfie insieme e leggo un sorriso sulle sue labbra.

Qui abbiamo visto operatori disponibili e soddisfatti, profughi curati e sereni. Siamo orgogliosi di essere stati accolti dallo staff al completo e posso chiudere con un pensiero che stasera un ragazzo mi ha regalato. “Non pensavo che questo viaggio fosse così bello”. Un mio allievo straniero che mi comunica questo pensiero riempie il mio cuore di gratitudine."

Giulio Tiraboschi - Responsabile Cfpcemon Mondovì

Il ministro danese Ulla Tornaes al Cara di Mineo

Il ministro danese per la Cooperazione allo Sviluppo, Ulla Tornaes, ha visitato oggi il centro accoglienza di Mineo insieme a una folta delegazione comprendente anche l'Ambasciatore danese a Roma, Erik Vilstrup Lorenzen. La visita ha lo scopo di incontrare i funzionari dell'UNHCR che operano in favore dei migranti in Sicilia in quanto il governo danese è tra i maggiori donatori e sostenitori dell'UNHCR. Al Ministro sono stati mostrati i servizi offerti dal C.A.R.A. ed è stata data l'opportunità di incontrare i richiedenti asilo ospiti della struttura.


Studenti Erasmus al centro accoglienza

Il 27 aprile, nell'ambito del programma Erasmus Plus "An experience with and for refugees", un gruppo di studenti Erasmus sono venuti in visita al C.A.R.A. di Mineo per una esperienza di incontro con i richiedenti asilo. Gli studenti avevano già partecipato il 23 aprile all'incontro "Oltre quel mare: dialogare per conoscere e accogliere" organizzato dalla Festa del Libro di Zafferana Etnea.

L'ASD CARA MINEO vince il campionato di prima categoria

Entusiasmante vittoria contro il Ferla per 6-0. La ASD CARA MINEO vince il Camionato di Prima Categoria con una partita di anticipo. Un risultato che premia i giocatori, i tecnici, lo staff e tutti coloro che li hanno sostenuti in questi anni, ma premia soprattutto l'idea di sport come solidarietà e integrazione e bandiera di tolleranza e condivisione.Un'avventura iniziata il 17 novembre del 2013 sul campo del Biancavilla con una squadra che solo poco tempo dopo viene battezzata sui giornali di tutto il mondo la "Nazionale dei rifugiati"

Saldamente primi in classifica

Dopo la vittoria fuori casa per 3-1 contro il Santa Lucia la squadra del ASD CARA MINEO è saldamente in testa alla classifica di Prima Categoria con 2 punti di vantaggio sulla seconda e una partita in meno. Si recupera mercoledì contro il Vizzini Calcio, e poi ci saranno le due ultime partite di campionato. Auguri ragazzi!

"Sister Act" una sperimentazione teatrale con i nostri cantanti

A Militello Val di Catania, al Teatro Tempio, l'associazione "Proscenio" mette in scena il musical "Sister Act", e invita a partecipare i nostri ragazzi del coro e del Cara's Free Spirit. Ottimo successo per l'iniziativa e bella esperienza per i nostri ragazzi, un'occasione in più di integrazione e condivisione dei valori della solidarietà veicolati anche dal mondo dello spettacolo e della cultura.

Training per i nostri formatori dal ST Microelectronics Foundation

Concluso l'addestramento del secondo gruppo di formatori per il corso di alfabetizzazione informatica "ICB Informatic Computer Basic" predisposto dalla STMicroelectronics Foundation che vedrà beneficiari gli ospiti del CARA di Mineo. Un grazie di vero cuore ai training Santo Vanadia e Francesco Litrico, del Programma DU Digital Unify della ST Foundation, per il tempo dedicatoci, la professionalità e l'impegno messo in campo e, in special modo, per la grande simpatia che li ha contraddistinto.

Ancora in vetta con un pareggio fuori casa

L'ASD CARA MINEO pareggia fuori casa 1-1 con l'ATLETICO SCICLI e mantiene la vetta della classifica con 41 punti. Si avvicina il NEW POZZALLO che vince 2-1. Domenica prossima importante partita fuori casa con il VIZZINI CALCIO che navig a a metà classifica.

CARA MINEO 41

NEW POZZALLO 40

ATLETICO SCICLI 39

PRO RAGUSA 39

PORTOPALO 38

Vedi tutta la classifica sulla nostra pagina

Vinto il big match con il Portopalo

Vinto il big match con il Portopalo la squadra del Cara Mineo si trova sola al comando della classifica del Girone G della Prima Categoria. Un risultato importante per i nostri ragazzi e tutto lo staff che vedono avvicinarsi un traguardo fino a due anni fa impensabile. La vittoria netta per 3-0 dà il senso dell'entusiasmo dei giocatori e della partecipazione di tutti a questa avventura. NJella foto la classifica delle prime posizioni.

Visita dell'Ambasciatore del Belgio Frank Carruet

L'8 marzo l'Ambasciatore belga Frank Carruet ha visitato il Centro Accoglienza di Mineo, insieme al Ministro Consigliere Birgit Stevens e all'Ufficiale di Collegamento Frank Debusschere, accompagnati dal Console Onorario a Catania Christiane De Blauwe. L'Ambasciatore è stato ricevuto dal Presidente del Consorzio "Nuovo Cara Mineo" Prof. Caruso, dal Gruppo di Lavoro di Missione del Ministero dell'Interno presso il Cara Mineo, e da altri dirigenti che gli hanno fatto visitare i locali del Centro di Accoglienza spiegando il funzionamento dei servizi offerti ai migranti.

Tutte le donne del C.A.R.A.

Come consuetudine anche al C.A.R.A.  di Mineo si è festeggiato l'8 marzo con discussioni, dibattiti, e la visione di un video che è un omaggio ad alcuni personaggi importanti del mondo femminile. Una platea coniugata al femminile quindi, ma anche le oratrici e le mediatrici culturali, al fine di far capire a tutte le etnie presenti l'importanza di abbattere i muri della discriminazione e della diseguaglianza di genere.

la squadra del C.A.R.A. alle semifinali della Coppa Sicilia

Battendo il San Leone per 2-1 la squadra dell'ASD CARA MINEO vola alle semifinali della Coppa Sicilia. Un altro importante traguardo per i nostri ragazzi, ma soprattutto un'altra occasione per portare in giro in Sicilia la bandiera della solidarietà, della tolleranza e dell'integrazione. Lo sport ancora una volta si dimostra, come la musica, il teatro e l'arte in generale, un ottimo veicolo per dimostrare quanto siano importanti la solidarietà e la fratellanza, l'uguaglianza e la comunicazione.

Pronta la nuova aula informatica donata da St Microelectronics Foundation

ICB Informatic Computer Basic è il corso di alfabetizzazione informatica predisposto dalla STMicroelectronics Foundation che verrà attivato per gli ospiti del CARA di Mineo. Il primo gruppo di formatori è stato già addestrato in una due giorni di intenso lavoro dal training manager Enrico Riva, e dai training assistent Santo Vanadia e Francesco Litrico del Programma DU Digital Unify della ST Foundation.

Le lezioni per i formatori sono state effettuate nella nuova aula di informatica realizzata dalla St Microelectronics presso il Centro di Accoglienza di Mineo con 12 notebook, un televisore, sedie a tavoli. L'aula viene utilizzata per i richiedenti asilo che seguono le lezioni di informatica (computer base ed ECDL).

Primi in classifica!

Vincendo 3-0 contro il New Pozzallo mentre la capolista Pro Ragusa perdeva di misura contro il Porto Palo, la squadra del CARA MINEO si è portata al primo posto in classifica.

Un ottimo risultato per i nostri ragazzi che portano in giro per la Sicilia la bandiera della solidarietà, dell'integrazione e della tolleranza.

Adesso attenzione alle due prossime partite: il 18 fuori casa contro il MIlitello e il 25 febbraio in casa contro il Pro Ragusa.

10 ragazzi del CARA alla Coppa Sant'Agata

Grande festa di sport ed integrazione alla 3° edizione della Coppa Sant'Agata. Insieme all'UNHCR, 10 ospiti del CARA hanno partecipato alla prestigiosa manifestazione conquistando meritati ed inaspettati piazzamenti con il diciannovenne senegalese Gueye Ibrahima - al 55° posto con 43'07''- il ventenne della Guinea Bissau Agostinho Tilai - 86° con 45'11''- e Kanazoe Ali, ivoriano di vent'anni, novantesimo con 45'32''.

L'ASD Cara Mineo al secondo posto in classifica

Dopo aver battuto fuori casa il Noto per 4-1 i nostri ragazzi riescono a tornare la secondo posto in classifica insieme all'Atletico Scicli e a un solo punto dalla Pro Ragusa. Importantissime le prossime partite con il New Pozzallo e il Militello prima di affrontare proprio la capolista in casa a fine febbraio. In bocca al lupo ai giocatori, ai tecnici e a tutto lo staff.

In distribuzione il Cara News 25, il nostro calendario multietnico del 2018

Anche quest'anno un numero della nostra rivista diventa un calendario, dove troverete pezzi di storia del Centro di Accoglienza, insieme a  tutte le ricorrenze, religiose e non, delle comunità nazionali presenti a Mineo. Un'occasione per ricordare anche le tradizioni, le festività, e le date di indipendenza delle persone che sono state costrette, da guerra, persecuzioni o fame, a scappare dai paesi di origine.

Il mese di novembre è accompagnato dalla foto che testimonia la recente visita di Kofi Annan, Premio Nobel per la Pace.

In distribuzione il Cara News n. 24

E' in distribuzione in questi giorni il magazine "La PIazza" che contiene le attività, i dibattiti, gli interventi, le visite e tutto quanto accade al Centro Accoglienza di Mineo. In particolare in questo numero un articolo sul rimpatrio assistito; l'importanza delle attività collaterali di spettacolo, arte e sport; un intervento di Ivana Galanti, vicedirettore del Centro; l'intervista ai ballerini e musicisti della Costa D'Avorio che hanno partecipato alle Feste Medievali di Motta Sant'Anastasia; il consueto spazio dedicato agli interventi degli ospiti richiedenti asilo e molto altro.

Battuto anche il Solarino, secondi in classifica

ASD CARA MINEO 2

USD SOLARINO 0

Con il più classico dei risultati i nostri ragazzi ottengono altri tre importantissimi punti.

Un gol per tempo liquida il volitivo Solarino. Una prestazione di livello quella del Cara Mineo che non ha concesso nulla e che ha saputo concretizzare le occasioni avute.

Grazie a questa vittoria l'ASD CARA MINEO si conferma seconda in classifica a un solo punto dalla capolista Città di Canicattini

Kofi Annan in visita al C.A.R.A. di Mineo

Kofi Annan in visita al Cara Mineo con la delegazione dell'organizzazione non governativa The Elders fondata da Nelson Mandela.

"Opanin ye ma wo akwaaba" il messaggio di benvenuto al grande figlio della loro terra mostrato da un gruppo di ospiti alla notizia della visita di Kofi Annan, già Segretario dell'ONU e Nobel per la Pace. Grande l'entusiasmo tra i richiedenti asilo ospiti al CARA di Mineo che hanno circondato Kofi Annan mostrandogli tanto affetto. Nella breve visita, Kofi Annan si è intrattenuto con alcuni ospiti.

 

Kofi Annan with Mary Robinson and Lakhdar Brahimi ("The Elders" Organization) visit Asylum Seekers Reception Centre (C.A.R.A.) at Mineo

The Elders is an international non-governmental organisation of public figures noted as elder statesmen, peace activists, and human rights advocates, who were brought together by Nelson Mandela in 2007

We are proud to have received the visit of Kofi Annan, former UN Secretary General, Nobel Peace Prize 2001


Pareggio in casa del Ragusa

PRO RAGUSA 2

ASD CARA MINEO 2

Un buon punto quello ottenuto dai nostri ragazzi in quel di Ragusa, contro una buona squadra, sicuramente c'è un pò di rammarico visto che i padroni di casa hanno raggiunto il pareggio soltanto al 98' dopo che la nostra squadra era rimasta in 10 per tutto il secondo tempo.Adesso testa al nostro prossimo avversario.Forza ragazzi

Un brevissimo spot per raccontarci

Battuto il Militello, si va verso l'alta classifica

Asd Cara Mineo 3

Militello Val Catania 0

Un'altra splendida vittoria quella dei nostri ragazzi ai danni di un ostico Militello. Il Ds Vito Amendola a fine partita si ritiene ampiamente soddisfatto per il risultato ottenuto dalla squadra che ha mostrato ottime idee di gioco e che ha meritato il successo ottenuto infine si complimenta con lo staff tecnico e con tutti i ragazzi che mostrano progressi partita dopo partita. Adesso testa al nostro prossimo avversario.

Battuta d'arresto per l'ASD Cara Mineo

New Pozzallo 1

Cara Mineo 0

Una partita che vede i nostri ragazzi dominare per larghi tratti della gara mostrando anche buone trame di gioco che purtroppo non portano alla via delle rete nonostante le diverse occasioni da rete create cosa che invece gli avversari trovano su l'unica distrazione difensiva al 13 del pt poi il resto è un monologo dei nostri ragazzi con gli avversari costretti a difendersi per tutto il resto della gara ma che riescono a portare a casa l'intera posta in palio.

Splendida partita contro il Noto

Un Cara Mineo super vince e convince contro un buon Noto. Un primo tempo ricco di emozioni per i ragazzi di mister Trombino e Manzella che si chiude con due reti di rara bellezza, mentre nel secondo tempo normale amministrazione dei nostri ragazzi che trovano altre due bellissime reti e che portano a casa altri 3 preziosissimi punti. Si conclude sul 4-0. Adesso testa al New Pozzallo nostro prossimo avversario

Messa coi migranti al Cara

Per iniziativa della Diocesi di Caltagirone domenica 15 ottobre sarà celebrata al CARA di MIneo una Santa Messa in lingua inglese per consentire ai cristiani di fede cattolica di celebrare l’Eucaristia nel giorno del Signore. L’iniziativa è frutto della volontà del Vescovo di fare di questo problema una priorità pastorale.

Destinato a prestare immediata attenzione ai credenti di fede cristiana, temporaneamente lì ospitati, questo servizio si offre come “mano tesa” anche per tutti coloro che vorranno lasciarsi incontrare. L’iniziativa avviata dall’Ufficio per i Migranti della Diocesi di Caltagirone, fa tesoro della disponibilità delle Piccole Suore del Cuore Immacolato di Maria che lo collaboreranno in questa preziosa proposta.

«Per questa via – afferma  don Franco De Pasquale, direttore dell’Ufficio Migranti – la Diocesi intende avviare un’azione pastorale concreta di accoglienza nei confronti di questi fratelli immigrati, perché il loro passaggio tra noi non si esaurisca in una procedura di pura formalità – pur necessaria e doverosa – ma diventi primo passo e opportunità di comunicazione e atteggiamento di ospitalità accogliente».

Prima vittoria in campionato

Il campionato inzia bene, con una vittoria in trasferta contro la squadra Per Scicli per 1-2.

Una gara combattuta che ha visto in nostri ragazzi impegnarsi e vincere di misura nei confronti di una squadra agguerrita e tecnicamente di alto livello.

Anche la Guinea festeggia la propria indipendenza

Anche la comunità della Guinea Conakry festeggia il giorno in cui ha raggiunto l'indipendenza dalla rancia, il 2 ottobre del 1958, quando le colonie francesi furono chiamate a dichiararsi per l'autonomia o per la completa indipendenza. La scelta della Guinea fu chiara e un plebiscito votò a favore della separazione dalle colonie francesi. La comunità presente al Centro Accoglienza di Mineo ha festeggiato con preghiere, un corteo che ha percorso tutto il campo e un momento conviviale la sera insieme ad altri ospiti richiedenti asilo.

La nostra squadra alla Coppa Sicilia

La nostra squadra si fa largo in Coppa Sicilia vincendo 4-0 contro il Palagonia. Una bella partita, di buon auspicio per il prossimo campionato in prima categoria.

Festa per l'anniversario dell'indipendenza della Nigeria

Come ogni anno, il 1° ottobre la comunità nigeriana festeggia l'anniversario dell'indipendenza dalla Gran Bretagna. I giovani nigeriani ospiti del C.A.R.A. di Mineo festeggiano con una marcia, un momento di preghiera e, la sera, balli e canti fino a tardi coinvolgendo anche altre comunità dei richiedenti asilo.

Ancora troupe televisive tedesche in visita al centro

L'emittente televisiva tedesca ZDF, una delle prime ad interessarsi alle attività del Centro di Mineo e a fare un servizio sulla nostra squadra di calcio, è tornata di recente al C.A.R.A. per due ulteriori servizi giornalistici, il 30 agosto e il 19 settembre. A conferma del rinnovato e costante interesse della Germania verso il nostro modello di accoglienza anche l'emittente ARD ha mandato una troupe tv il 20 settembre.

Il Cara's Free Spirit a Ursino Baskers a Catania

Nella bella cornice della piazza del Castello Ursino di Catania si è svolta per tre giorni la manifestazione "Ursino Baskers" che raccoglie artisti di strada da varie parti di Sicilia ed Italia. A questa edizione sono stati invitati pure i nostri ragazzi del Cara's Free Spirit che, dopo essersi segnalati al Festival Tracce di Memoria e alle Feste Medievali di Motta Sant'Anastasia, anche a Catania hanno coinvolto il pubblico presente con balli e musiche tradizionali dei loro paesi miste ad altre sonorità mediterranee. Il Cara's Free Spirit si è esibito il 16 settembre.

Dalla Costa d'Avorio alla serie D

L'attaccante dell'ASD Cara Mineo Adam Ouattara, capocannoniere dello scorso campionato con ben 45 reti, continua la sua carriera dopo essere stato dimesso dal Centro di Accoglienza. Giocherà con una squadra di serie D, la Sancataldese, e potrà sperare, come dicono tutti gli osservatori, in un futuro da professionista.

Riportiamo in proposito il commento dell'agente della F.I.F.A. Virzì: (vedi sul sito Football Scouting)

“Grande soddisfazione per aver raggiunto un obiettivo molto difficile per un giocatore classe 98 che lo scorso anno giocava in seconda categoria…siglando ben 45 gol nella Asd Cara Mineo!!! Oggi è un giocatore della Sancataldese in Serie D!!! Ringrazio in particolar modo i mister Luca Trombino e Giuseppe Manzella, che ogni anno con grandi sacrifici riescono a formare un gruppo importante di calciatori provenienti dal continente africano, con tutte le problematiche sociali che ben conosciamo. A loro ed a tutta la dirigenza del centro di accoglienza del Cara di Mineo, in particolare ai presidenti Maccarrone e Di Natale, ad Ivana Galati e Vito Amendola, vanno i miei più sinceri ringraziamenti per tutto quello che giornalmente fanno per questi ragazzi. Se Adam un giorno farà il professionista, sarà anche grazie a loro!!!”.

Il C.A.R.A. al Festival Tracce di Memoria

Una tre giorni di teatro, musica e danza, nella splendida cornice del Castello Federico III d'Aragona del Borgo Medievale di Montalbano Elicona. Una stupenda manifestazione cui l'associazione Archidrama ha invitato a partecipare anche il C.A.R.A. di Mineo, che ha fatto esibire domenica 3 settembre il gruppo di ospiti che danno vita al Cara's Free Spirit. Una esibizione applauditissima e coinvolgente come al solito. 

Ecco un estratto del comunicato stampa degli organizzatori sulla partecipazione del Cara's Free Spirit:

"Una ricca offerta culturale che ha attirato nel fine settimana a Montabano Elicona (ME) centinaia e centinaia di visitatori che hanno riempito le strutture ricettive del territorio. Un successo straordinario in termini di numeri e qualità. E non è mancata l’attenzione per alcune tematiche sociali come solidarietà ed integrazione. Uno dei momenti più emozionanti della manifestazione è stata l’esibizione dei Cara’s free spirits, gruppo di percussionisti e danzatori africani provenienti dal Cara di Mineo, ospiti del borgo durante l’ultima giornata del Festival. Un’occasione di confronto tra culture e memorie differenti. Altri importanti momenti di condivisione e scambio sono state le due tavole rotonde organizzate all’interno del Festival per confrontarsi sull’importanza del recupero delle memorie dei luoghi, anche attraverso le arti performative, e sull’opportunità di costruire, attraverso essi, nuovi percorsi di viaggio ed itinerari turistici. Da ciò l’impegno del Club dei Borghi più belli d’Italia, rappresentato dal vice presidente nazionale Giuseppe Simone e dal coordinatore regionale Salvatore Bartolotta, per la prosecuzione del progetto Tracce di Memoria anche in altri comuni del circuito, allo scopo di recuperare e valorizzare l’identità dei numerosi borghi italiani."

Lord Jack McConnell in visita al C.A.R.A. di Mineo

Lord Jack McConnell, già Primo Ministro in Scozia dal 2001 al 2007 e attualmente vicepresidente dell'UNICEF nel Regno Unito, è stato il 25 agosto in visita al Centro di Accoglienza intrattenendosi con gli ospiti immigrati, gli operatori ed il direttore Ing. Giuseppe Di Natale. Lord McConnell ha apprezzato i servizi erogati al centro e soprattutto quelli forniti alle famiglie e ai bambini. Il 28 ha pubblicato sulla sua visita in Sicilia un articolo sul Times.

Anche su La7 un bel servizio sul C.A.R.A. di Mineo

A giugno avevamo registrato la visita di una troupe de La7 al Centro di Accoglienza di MIneo. Ecco l'estratto del servizio di Vincenzo Adornetto sul TG de La7, con una intervista al regista iracheno Sheahb Al e alcune informazioni sul CARA.

Guardate il servizio

Nelle foto l'articolo di Sheahb pubblicato sul Cara News nell'aprile 2016

I servizi dell'ANSA sul C.A.R.A. di Mineo

Il giornalista Domenico Trovato, dell'ANSA, è venuto il 3 agosto in visita al Centro di Accoglienza per documentare le attività e i servizi forniti dal C.A.R.A.

Il giornalista è stato ricevuto dal direttore, Ing. Giuseppe Di Natale, e dalla vicedirettrice Ivana Galanti, che hanno risposto rispettivamente a domande inerenti la gestione e i servizi destinati anche ai minori e alle famiglie.

Ne sono scaturiti alcuni servizi video che si possono visionare ai seguenti link:

intervista Giuseppe Di Natale

intervista Ivana Galanti

un giorno al CARA di Mineo

intervista al regista iracheno Sheban Al

Rainews 24 a Mineo per un servizio sull'immigrazione

Il giornalista Salah Methnani, inviato di Rainews 24 originario di Tunisi, è stato ieri al C.A.R.A. di Mineo per un servizio sull'immigrazione. Methnani, che è noto per il suo reportage "In viaggio con Zozan", in cui si è finto siriano per documentare il viaggio di una giovane donna curda dalla Turchia in Europa, si è intrattenuto a lungo con il direttore Ing. Giuseppe Di Natale e ha visitato il centro per informarsi sulle attività e sui servizi erogati.

Continua il progetto all'Accademia d'arte Abadir

Prosegue il progetto "SU CARTA" promosso dall'Accademia di Design "Abadir" all'interno del più generale progetto "Migra-n-ti" che verrà ospitato in autunno a Lubiana. Al progetto partecipano 12 ospiti richiedenti asilo. Nella foto un momento dell'incontro del primo agosto. Sotto, una galleria di immagini del laboratorio.

Nicholas Fox Weber dell'AFLK in visita al CARA Mineo

Nicholas Fox Weber, presidente e fondatore dell'Associazione "American Friends of Le Korsa" ha visitato il 19 luglio il Centro di Accoglienza. L'AFLK si occupa di aiutare o costruire strutture mediche in Senegal e di incentivare l'educazione e l'istruzione dei ragazzi. Maggiori informazioni sul sito dell'organizzazione umanitaria

Nicholas Fox Weber ha creato la "Josef and Anni Albers Foundation", scrive saggi di arte e architettura, su "Le Corbusier" "Bauhaus group" e altri, ed è presidente dell'Associazione "American Friends of Le Korsa" con cui  sostiene progetti di aiuto in Senegal, nei settori della medicina e dell'istruzione.

Inizia il Grest 2017

Come ogni anno ieri è iniziata l'attività estiva per tutti i bambini e ragazzi ospiti del Centro di Accoglienza di Mineo. Primo appuntamento, la piscina. Ma altri ne seguiranno, tra fattoria sociale, orti, ludoteca, visite guidate e varie altre attività fatte anche insieme ad altri bambini residenti a Mineo e nei paesi del calatino.

Giornata mondiale del rifugiato

Con un convegno sul tema “Il ruolo delle istituzioni nell’accoglienza”, martedì 20 giugno il Centro Accoglienza Richiedenti Asilo di Mineo ha festeggiato la Giornata Mondiale del Rifugiato, che è proseguita con attività di preghiera, un buffet multietnico, recite per bambini e un musical realizzato dal Cara's Free Spirit.. (vai al video)

Moderato dal Commissario Prefettizio Presidente del Nuovo C.A.R.A. Mineo Prof. Giuseppe Davide Caruso, il convegno è stato aperto dal Vice Prefetto di Catania Dr. Tommaso Mondello cui hanno fatto seguito gli interventi del Questore di Catania dr. Giuseppe Gualtieri, del Comandante della Compagnia Carabinieri di Palagonia Magg. Felice Pagliara e del Magg. della Guardia di Finanza Raffaele Oliviero.

I lavori sono proseguiti con gli interventi del Vescovo della Diocesi di Caltagirone Mons. Calogero Peri, del Vice Prefetto del Gruppo di lavoro di Missione C.A.R.A. di Mineo dr. Francesco Milio, e della responsabile Croce Rossa Italiana dott.sa Serena Leotta.

Nel corso del convegno è stato presentato in anteprima il trailer del docufilm “La libertà non deve morire in mare” del regista Alfredo Lo Piero, che ha ringraziato il Centro di Accoglienza e i richiedenti asilo per la partecipazione nella realizzazione del documentario.

La presentazione dei progetti a cui partecipano gli ospiti del C.A.R.A. "Memory Dindinya" dell'Associazione Balouo Salo e "Migra-n-ti" dell'Accademia Abadir, ha permesso di accostare il tema dell'integrazione all'arte e al design; i progetti sono stati illustrati, rispettivamente, dal docente universitario di Architettura Prof. Sebastiano D'Urso e da Antonio Maria Privitera. L’ASD CARA MINEO, la squadra di calcio neo-promossa in 1° cat. e composta unicamente da richiedenti asilo, è stata oggetto dell'intervento del Presidente regionale Lega Nazionale Dilettanti dr. Santino Lo Presti che ha ricordato l’importanza dello sport per l’integrazione.

Tra gli altri intervenuti il direttore Ufficio Migrantes della Diocesi di Caltagirone Don Francesco De Pasquale, il Dr. Renato Passalacqua dell’ASP 3 di Catania, e il Dr. Vincenzo Guardabasso dell’Azienda Ospedaliera Policlinico Vittorio Emanuele di Catania.

Ha concluso i lavori della mattinata il direttore del Nuovo C.A.R.A. Mineo  Ing. Giuseppe Di Natale, che ha tenuto a sottolineare come la Giornata Mondiale del Rifugiato sia un momento di incontro e di verifica del lavoro che si svolge quotidianamente in favore di chi ha bisogno,  oltre che un’occasione per sviluppare nuove e migliori forme di accoglienza e di solidarietà civile.

A tutti gli ospiti è stato offerto un buffet multietnico dove pietanze della nostra tradizione si sono incontrate con piatti provenienti dalla tradizione araba e subsahariana.

Nel pomeriggio la Comunità di Sant'Egidio ha promosso un incontro nel ricordo delle vittime del Mediterraneo con interventi dei rappresentanti religiosi cristiani e musulmani presenti al campo.

Le attività sono proseguite con saggi teatrali, ginnici e sportivi degli ospiti, lo spettacolo "Il paese dei colori" interpretato dai bambini del C.A.R.A., e con l'esibizione del coro e del corpo di ballo "CARA's Free Spirit” nel musical "Il senso della Vita".

A conclusione della giornata, l'esibizione di un gruppo musicale afro-europeo e uno spettacolo di giocolieri hanno allietato la serata dei rifugiati e degli ospiti fino a notte.

L'agenzia di stampa giapponese Kyodo News in visita al C.A.R.A. Mineo

Una giornalista dell'agenzia di stampa nipponica Kyodo News è venuta ieri al Centro Accoglienza e lo ha visitato accompagnata da un interprete. Kyodo News è un'agenzia di stampa che risale al 1945 e fornisce notizie e informazioni ai giornali e alle tv giapponesi contando su un pubblico di circa 50 milioni di abbonati.

L'ASD Cara Mineo nuovamente promossa in Prima Categoria

Vincendo 4-1 la sfida della penultima giornata di campionato contro il Piano Tavola Calcio, la squadra del Cara Mineo conquista, con una partita di anticipo, la promozione in Prima Categoria, alla fine di un campionato che le aggiudica anche diversi record. Infatti l'ASD Cara Mineo ha totalizzato il miglior punteggio, il miglior attacco, la migliore difesa dell'intera Seconda Categoria. Ed ha anche, con Quattara (37 reti di cui tre nell'ultima partita), il miglior marcatore del campionato. Un campionato esaltante per i nostri ragazzi che meritano, insieme ad allenatori e dirigenti della squadra, il plauso del Centro di Accoglienza, ma anche di quanti credono che lo sport possa servire ad aiutare l'integrazione, la solidarietà e la convivenza civile tra le diverse nazioni, razze e comunità.

Incontri di "in -formazione" nelle scuole del territorio

Sono proseguiti nel mese di marzo gli incontri di "in-formazione" nelle scuole del territorio del calatino, programmati in maniera da far interagire un gruppo di nostri studenti di italiano, con alcune classi delle scuole medie e superiori della zona. Gli incontri, dopo alcuni iniziali momenti di imbarazzo e di diffidenza, creano un'ottima atmosfera tra i partecipanti e rompono il velo che da sempre blocca i rapporti tra la comunità locale e i migranti provenienti dall'area subsahariana. La conoscenza diretta, come sempre, spazza via tabù e pregiudizi. Nella foto i nostri ragazzi con gli alunni delle classi II e III A di Mirabella Imbaccari (23 marzo),  il 3 dello stesso mese è stato effettuato analogo incontro nella scuola di Ramacca.

Odyssée des migrants

Dal 28 febbraio al 4 marzo la Sicilia è stata lo scenario dell’incontro tra l’Associazione Carta di Roma e la Fédération des Œuvres Laïque de la Nièvre, Ligue de l’Enseignement, arrivata sull’isola per scoprire e raccontare l’accoglienza di migranti e rifugiati in Italia. Le mattine sono state dedicate agli incontri con i richiedenti asilo di Mineo, cui ha partecipato anche Genevieve Garrigos, presidente uscente di Amnesty International France

 

Odyssée des migrants, un progetto francese nato sulle sponde della Loira, a Nièvre, per viaggiare poi verso Calais, in Francia, e a Eleonas, in Grecia. L’obiettivo è ripercorrere le strade dei migranti allo scopo di comprendere le ragioni stesse del viaggio. «In fondo se fossi stato nelle loro condizioni probabilmente avrei fatto la stessa scelta», a dirlo è Alexis, uno dei cinque giovani tra i 19 e i 22 anni coinvolti nella tappa siciliana del progetto, gli altri sono Melody, Malakeh, Fadi e Maher, gli ultimi tre arrivati dalla Siria appena un anno fa. Sono i piccoli del progetto, ad accompagnarli ci sono Nadia Rahabi, Nora Hamadi e Genevieve Garrigos, rispettivamente la coordinatrice del progetto Odysses, la giornalista del Public Senat e la presidente uscente di Amnesty International Francia.

(da un articolo di Piera F. Mastantuono sulla visita dell'Associazione "Carta di Roma" al C.A.R.A. di Mineo)

lo potete leggere sul sito dell'associazione



Genevieve Garrigos e la Carta di Roma al C.A.R.A.

Genevieve Garrigos, presidente uscente di Amnesty International France, è venuta al C.A.R.A. di Mineo il 1° marzo insieme all'Associazione "Carta di Roma" per il progetto "Odyssée des migrants" e si è intrattenuta a lungo con gli operatori e gli ospiti, apprezzando i vari servizi destinati ai richiedenti asilo.

Le feste di carnevale, da Acireale al C.A.R.A.

La nostra squadra nuovamente prima in classifica

Battendo il Piano Tavola Calcio per 2-0 nella partita di recupero, la squadra del Cara Mineo passa in vetta alla classifica superando di un punto la Nisiana che però ha ancora una partita da recuperare.

I nostri ragazzi sono molto motivati e stanno disputando un buon campionato, mostrando agonismo e bel gioco, sia quando soffrono pareggiando partite che potrebbero agevolmente vincere (ad esempio con il Campanarazzu che da sempre è stato un avversario ostico pur trovandosi nelle zone basse della classifica) sia quando dilagano come nel caso delle partite con  Olimpia Pedara (7-0), Catania F.C. (6-1) e Castel di Iudica (5-1).

Tanti auguri a tutti

Nei giorni che precedono il Natale, com'è tradizione, al Centro di Accoglienza di Mineo si pensa prima di tutto agli ospiti più piccoli, che hanno avuto la loro festa in ludoteca il 19 dicembre e che hanno poi partecipato alla recita scolastica a Mineo il 20, insieme ai loro compagni della scuola pubblica.

Ma, a parte la consueta riunione per gli auguri a tutti i dipendenti, molte famiglie hanno partecipato ai festeggiamenti a Catania presso la Comunità di Sant'Egidio, e i nostri studenti di italiano hanno organizzato insieme agli insegnanti e altri operatori, una classica tombolata.

A tutti gli ospiti e gli operatori gli auguri della Direzione e della società.


l'ASD Cara Mineo terza in classifica

La squadra del cara Mineo conosce una momentanea battuta d'arresto nel campionato che aveva iniziato imponendo il proprio ritmo alle avversarie. Ha infatti perso la sfida con il Mascalucia e pareggiato con la squadra del Campanarazzu.

Perde così il primato in classifica e scende al terzo posto con 14 punti, ma una partita in  meno rispetto a Nisiana e Mascalucia che hanno rispettivamente 19 e 18 punti.

Non siamo ancora al giro di boa per cui c'è tempo per recuperare, ma la squadra si sta facendo onore come sempre e sta portando in giro per la provincia il vessillo della solidarietà e dell'integrazione attraverso lo sport.

Il Patriarca Coopto incontra i fedeli del C.A.R.A. di Mineo

Sua Ecc. Monsignor Barnaba El Soryany, Patriarca Coopto Ortodosso (Vescovo della Diocesi di San Giorgio - Roma), incontra i fedeli del Cara Mineo. Nella foto durante la Celebrazione eucaristica nella chiesa di San Francesco in Mineo il 03/12/2016

Il Consiglio d'Europa al C.A.R.A. di Mineo

Il  19 ottobre è venuto in visita al C.A.R.A. di Mineo Tomas Bocek, rappresentante Speciale per Migranti e Rifugiati del Segretario Generale del Consiglio d'Europa. Ricevuto dal Direttore e dal Viceprefetto, ha fatto un'ampia e accurata visita soffermandosi a parlare con gli operatori e con i richiedenti asilo, ed apprezzando l'organizzazione ed i servizi erogati dal centro di accoglienza.


La visita a Catania

Nell'ambito del programma di visite di conoscenza del territorio, il 14 ottobre un gruppo di ospiti del C.A.R.A. Mineo è stato accompagnato in pullman a Catania dove i rifugiati hanno trascorso una giornata all'insegna della fratellanza e della curiosità per la nostra cultura e i nostri monumenti.

Tappe obbligate della visita, oltre il Duomo, anche Piazza Università, Via Dei Crociferi, Piazza Stesicoro con gli scavi archeologici, il castello Ursino. Per finire una passeggiata per le vie cittadine con conclusione a Piazza Alcalà dove i migranti hanno ripreso i bus per rientrare al Centro di Accoglienza. Scopo delle visite è naturalmente quello di favorire l'integrazione attraverso la conoscenza, e mettere sempre più in rapporto i richiedenti asilo con la realtà territoriale.


Elezione dei rappresentanti della Comunità nigeriana

Si  sono svolte il 10 ottobre le elezioni dei rappresentanti della comunità nigeriana al C.A.R.A. di Mineo. Si tratta di un importante momento di democrazia diretta e di partecipazione, un momento che al centro accoglienza di Mineo si ripete annualmente, coinvolgendo tutte le comunità per garantire a tutti una voce e una possibilità di interlocuzione con la direzione sui problemi della convivenza all'interno del campo

La Vicepresidente UE in visita al Cara Mineo

Accompagnata dall'europarlamentare Giovanni La Via è venuta ieri in visita al Centro di Accoglienza Mairead McGuinness, vice presidente irlandese dell'Unione Europea. La McGuinness è stata accompagnata dal direttore a visitare tutti gli spazi e i servizi del Cara e si è intrattenuta sia con gli ospiti che con gli operatori, apprezzando l'attenzione con cui viene seguito il benessere di tutti i richiedenti asilo e in particolare dei bambini.

La Festa del Sacrificio

Il 12 settembre è stata la ricorrenza della Festa del Sacrificio (Id al-adha), detta anche Festa del Montone, che ricorda il mancato sacrificio di Ismaele (Isacco nella tradizione cristiana) da parte del padre Abramo, che immolò in sua vece un montone. Il rituale prevede che ogni famiglia sgozzi un animale (caprino o bovino), facendolo morire lentamente per dissanguamento (al centro questa pratica non viene ovviamente seguita, garantendo a tutti la possibilità di mangiare la carne secondo i dettami della religione ma evitando la mattanza indiscriminata di animali). La carne viene divisa preferibilmente in tre parti uguali, una delle quali va consumata subito tra i familiari, mentre la seconda va conservata e consumata in seguito e la terza viene destinata ai poveri della comunità, che non hanno i mezzi economici per acquistarlo.

La visita di conoscenza del territorio a Ragusa

Splendida giornata per il nostro gruppo di ospiti che sono stati accompagnati a Ragusa e Ibla per una delle consuete visite di conoscenza del territorio, potendo conoscere così i paesaggi, le tradizioni e i monumenti della zona.

La comunità eritrea festeggia la ricorrenza dei Santi Pietro e Paolo

Il 12 luglio la comunità eritrea ha festeggiato al centro di accoglienza la ricorrenza dei Santi Apostoli Pietro e Paolo, una festa colorata, con tante preghiere e musica, aperta anche agli operatori e ai fedeli delle altre comunità.

Il 9 luglio alla Plaia di Catania battesimo per una decina di ospiti del centro

Il 9 luglio una gita particolare alla Plaia. Una decina di ospiti del centro viene battezzato nelle acque del mare di Catania. Un rito importante, un momento anche simbolico in quel mare che tante vite ha rubato e che adesso propone una rinascita nella fede.

Un momento dei tanti di questa complessa comunità dove i credi religiosi convivono in pace e con grande rispetto gli uni degli altri, anzi non sono tstati rari i casi in cui i fedeli di diversa provenienza, cristiani, musulmani, coopti, si sono riuniti a pregare insieme.

Festa e preghiera per la fine del Ramadan

Si è concluso con la rituale preghiera e una grande festa il Ramadan, il mese sacro del digiuno e della purificazione.

Grande partecipazione della comunità musulmana, ancora scossa, specie i nostri ospiti del Bangladesh, dalle notizie della strage di Dacca.

Non c'è neanche bisogno di ripetere che la religione musulmana non ha nulla a che vedere con i gravi atti terroristici che fanatici sanguinari compiono in giro per il mondo.

E' il momento della preghiera e della fede, della fiducia in un Dio che renda tutti liberi e uguali.

Festa a Caltagirone il 28 giugno

Festa a Caltagirone per i Santi Pietro e Paolo il 28 giugno, con la partecipazione dei nostri ospiti, che si sono esibiti con il coro, con i coinvolgenti balli del Cara Free Spirit, con gli abiti cuciti nei laboratori artigiani del Cara Boutique e indossati per l'occasione dagli stessi richiedenti asilo in una siflata che ha concluso le manifestazioni della giornata.

Studenti del Cara Mineo a lezione di informatica a Scienze Politiche

Anche studenti del Cara Mineo all'inziativa di Microsoft e Comunità Sant'Egidio il 21 giugno a Catania. Organizzata insieme a Mondo Digitale e Techsoup Italia, la due giorni dedicata alla Giornata Mondiale del Rifugiato si è aperta con una conferenza e una partita amichevole di calcio il 20 giugno, per proseguire il 21, a Scienze Politiche, con una sessione di lezioni informatiche a cura degli studenti della facoltà per i richiedenti asilo.

Gli incontri con le scuole all'IC De Amicis di San Michele di Ganzaria

Continuano gli incontri con  le scuole degli operatori e degli ospiti del Cara Mine o. Ieri 25 maggio è stata la volta dell'Istituto Comprensivo De Amicis, plesso della Scuola Media di San Michele di Ganzaria.

“Prima di giudicarmi per il colore della pelle dovete conoscermi”. Questo è l’appello che il giovane camerunese Raul ha rivolto agli alunni delle due terze classi della scuola media dell’Ic “E. De

Amicis” del plesso di San Michele di Ganzaria, al termine di un incontro vissuto con loro all’insegna di due vocaboli più attuali che mai: accoglienza ed integrazione. La giornata, organizzata nell’ambito delle iniziative di conoscenza del Cara di Mineo da parte delle scuole del territorio calatino, ha riservato momenti didattici e ludici. Un’équipe del Cara, composta dal vicedirettore Ivana Galanti e dai giovani formatori Vito Amendola e Francesca Anzaldi, ha spiegato ai ragazzi, oltre al funzionamento del centro di contrada Cucinella, i vari processi di accoglienza dei giovani “asilanti”, che sbarcano sulle nostre coste. Gli alunni, inoltre, sono stati coinvolti, assieme a Keità, Raul, Buba, Dembelè e Seck, quest’ultimi richiedenti asilo ospiti del Cara, in giochi di conoscenza e fratellanza. “Oggi per i nostri ragazzi – ha sottolineato la coordinatrice della scuola secondaria, prof. Mariella Masi – è stata una giornata di informazione e soprattutto di formazione, finalizzata a far crescere in ognuno di loro una mentalità sensibile al tema dell’accoglienza, che è più attuale che mai”.

Martino Geraci

Retrocessa in seconda categoria la squadra del Cara

Per ribaltare il risultato di un campionato già abbastanza difficile c'è voluta una decisione della Figc, che ha deciso di far giocare nuovamente la partita dei playoff con cui il Cara Mineo si era assicurato la permanenza in Prima Categoria. Motivo della decisione l'identificazione di alcuni giocatori da parte dell'arbitro sulla base di fotocopie dei documenti di identità. Naturalmente la gara è stata influenzata dal fatto che molti notri titolari erano già partiti dal Centro e che quindi abbiamo dovuto giocare con una squadra ampiamente rimaneggiata, al limite degli undici in campo e senza poter effettuare cambi. Partita persa ai rigori, comunque con onore. Dall'anno prossimo si riparte in Seconda Categoria, con la stessa voglia di fare bene e portare dappertutto la bandiera della solidarietà, della tolleranza e dell'integrazione.

Atleti del Cara Mineo a "Un ponte per la vita"

Atleti del Cara Mineo hanno partecipato a Messina, il 4 maggio, alla "Amichevole della Solidarietà" organizzata dall'Associazione "Balouo Salo" nell'ambito dell'iniziativa di beneficenza "Un ponte per la vita". L'incontro, finito in parità, è stato giocato tra l'ACR Messina contro la compagine denominata "African Football".

La squadra del Cara Mineo resta in prima categoria

Vincendo contro la polisportiva Sant'Alessio 5-2 la squadra del Cara Mineo ha evitato la retrocessione in 2a categoria. E' stato un campionato difficile e faticoso, reso ancora più difficile dalla situazione di incertezza che hanno vissuto i ragazzi rispetto alle prospettive del loro futuro, all'esito delle richieste di asilo e alla possibilità di essere trasferiti. Ringraziamo gli atleti, gli allenatori e i dirigenti della squadra per l'impegno con cui hanno continuato a portare nel calcio e nello sport la bandiera della solidarietà e dell'accoglienza.

Riprendono gli incontri con gli studenti

La Sicilia del 20 aprile: Peter Sutherland al Cara Mineo

Sul quotidiano La Sicilia del 20 aprile 2016 la notizia della visita dell'irlandese Peter Sutherland, rappresentante speciale del segretario generale delle Nazioni Unite, che ha espresso apprezzamento per il Centro Accoglienza Richiedenti Asilo di Mineo considerandolo il migliore tra tutti quelli da lui visitati.

Le Nazioni Unite al Cara Mineo

Il rappresentante speciale del Segretario Generale delle Nazioni Unite per l'Emigrazione, Peter Sutherland, ha fatto oggi visita al Cara di Mineo, dove è stato accolto dal direttore Maccarrone, dall'amministratore delegato Roccuzzo e dal vice prefetto Mondello.

Un reportage di Beatrice Janzon per Sveriges Radio

Dopo la sua visita al Centro Accoglienza di Mineo la giornalista Beatrice Janzon ci ha mandato il link al lavoro svolto per conto di Sveriges Radio. Non  è la prima volta che giornalisti svedesi si interessano al nostro modello di accoglienza. 

Ecco il link (il reportage è in svedese...)

http://sverigesradio.se/sida/artikel.aspx?programid=1637&artikel=6375559

La religione non è terrorismo

"La religione non è terrorismo". E' questo il pensiero che, oggi, è stato più volte espresso dagli ospiti del CARA di Mineo nel corso di un momento di preghiera interreligiosa in memoria delle vittime dell'attacco terroristico del 13 novembre scorso a Parigi.

La commemorazione, chiesta dagli ospiti, è stata guidata dal direttore Sebastiano Maccarrone e ha registrato gli interventi dell'Imam Ramadan Sidibe e dei Pastori Uchenna Patrick e Aroguma Bernard; presente anche una delegazione della CRI che ha rimarcato, con l'intervento della sig.ra Modigliani, i principi fondanti di questa organizzazione umanitaria: fratellanza e lotta alla discriminazione.

"Nel Centro si realizza tutti i giorni l'armonico vivere tra cristiani e musulmani" ha fermamente sottolineato Maccarrone, che ha quindi espresso un augurio:"Siete voi che, uscendo dal CARA, dovete diventare ambasciatori di fratellanza tra  religioni e nazioni diverse".

"Le religioni sono contrarie ad ogni forma di terrorismo" ha dichiarato a chiare lettere l'Imam a nome dei fratelli musulmani; "Cristiani e Musulmani siamo qui per vivere in Pace" ha aggiunto il Pastore Uchenna.

L'incontro si è concluso con la recita del Padre Nostro e un minuto di raccoglimento.

Solidarietà alla Francia contro il terrorismo

I migranti del Centro Accoglienza di Mineo si uniscono a quanti, in questi giorni, hanno espresso condanna per il vile atto di guerra e solidarietà per il popolo francese. Nel ricordare che il terrorismo, a Parigi come in Africa, dove ha colpito migliaia di altre vittime innocenti, è da isolare e combattere con ogni mezzo, i richiedenti asilo hanno chiesto al direttore Sebastiano Maccarrone di esprimere la loro solidarietà attraverso una lettera spedita all'Ambasciatore francese e, tramite questi, al Presidente Hollande. inoltre per mercoledì 18 novembre, è programmata una veglia di preghiera cui parteciperanno migranti di ogni etnia e religione.

Giornalisti cinesi al Cara

Un nutrito gruppo di giornalisti cinesi ha visitato il 6 novembre il Centro di Accoglienza di Mineo, soffermandosi a parlare con il direttore Sebastiano Maccarrone che ha spiegato l'organizzazione dei servizi resi agli ospiti. Nella foto la pagina del sito "China-Europe" dove è comparso un breve articolo che si può leggere integralmente a questo link

Visita del Ministro degli Interni della Finlandia

Dalla Finlandia era già venuto il giornalista Petri Burtsov con cui avevamo parlato dell'importanza di scambi di informazione sulle relative politiche dell'accoglienza. Con lui e con Peter Loewe, svedese, si era anche parlato della possibilità di un convegno cui invitare i rappresentanti delle istituzioni scandinave, proprio per confrontare i modelli di accoglienza e le politiche dei diversi paesi europei. Non giunge quindi del tutto a sorpresa questa importante visita del Ministro degli Interni della Finlandia che si è soffermato a lungo a discutere con il direttore, dopo aver visitato alcuni settori del Centro di Mineo, per capirne il funzionamento. Anche da lui sono venute parole di elogio e gratitudine per l'importante ruolo finora svolto dal Cara a sostegno delle politiche dell'integrazione dei migranti in Europa.

Delegazioni norvegese e francese al Cara Mineo

Mineo. Il Cara di Mineo ha ospitato due importanti visite da parte di un gruppo di parlamentari francesi e di

una delegazione di deputati norvegesi presso l’Assemblea del Consiglio d’Europa. Entrambe le 

rappresentanze sono accolte al centro di contrada “Cucinella” dai vertici della Prefettura di Catania, dal 

dirigente del Commissariato di Polizia di Caltagirone Marcello Ariosto e dal direttore della struttura 

Sebastiano Maccarrone. Il gruppo francese era composto dai senatori Repubblicani Francois Noel Buffet, 

Christophe Andrè Frassa e Colette Giudiccelli, mentre quello norvegese da Schou Ingjerd, Jenssen Frank, 

Wold Morten, Godskesen Ingebjorg Amanda, Grovan Hans Fredrik, Hagebakken Tore, Johsen Kristin 

Ormen, Simensen Kare, Anita Helland Kjue e Eric Christensen, nonché dall’ambasciatore a Roma Bjoorn T. 

Grydeland. Le delegazioni hanno chiesto notizie sia sui processi d’accoglienza e integrazione degli 

<<asilanti>> che sul funzionamento del Cara, che, ad oggi, risulta nel suo genere il centro più grande 

d’Europa. Poi hanno compiuto un giro all’interno della struttura, visitando diversi servizi. “Sono rimasto 

particolarmente colpito in positivo – ha spiegato il senatore Francois Noel Buffet, capodelegazione francese 

-  per due fattori: primo, per la qualità dei servizi offerti e per l’umanità con la quale vengono trattati i 

migranti; secondo, per l’efficacia delle procedure amministrative d’accoglienza. La Francia non sarebbe 

capace di gestire una simile struttura”. “Ho apprezzato molto la vostra organizzazione – ha evidenziato 

Schou Ingjerd, rappresentante dei deputati norvegesi – perché fa fronte giornalmente sia a numero di 

ospiti consistenti  e sia a situazioni personali difficili. L’Italia, come immaginavo, sta accogliendo questi 

ragazzi con grande umanità. Speriamo che l’Ue si doti  al più presto di regole comuni”. “Avete tutto il mio 

onore – ha sottolineato l’ambasciatore norvegese Grydeland – per il modo con cui gestite con calore e 

umanità questo centro”. “E’ importante che su questo fenomeno migratorio epocale – ha argomentato il 

direttore Maccarrone – l’Unione Europea faccia sentire all’unisono la sua voce presso l’Onu. La soluzione a 

questo problema risiede nella possibilità di instaurare progetti di cooperazione con i paesi d’origine. Vi 

ringrazio per l’attenzione che prestate all’esperienza del Cara di Mineo e per averlo scelto come modello di 

riferimento”.

Delegazione della CDU al Centro Accoglienza di Mineo

Una delegazione di parlamentari della Bundestag guidata dal capogruppo CDU Michael Kretschmer ha fatto visita al Cara di Mineo, dove si è soffermata in particolare sui servizi offerti e sull'organizzazione del centro. Ad accoglierla, oltre al direttore Sebastiano Maccarrone, anche il viceprefetto Maria Salerno, e il Commissario di Polizia Marcello Ariosto. I parlamentari della CDU hanno apprezzato l'attività del Cara e hanno dichiarato di "essere rimasti profondamente colpiti dal lavoro che si fa qui".

"Ho visitato molti altri centri in Europa - ha aggiunto Kretschmer - ma nessuno è paragonabile a questo. Nella vostra attività si percepisce che l'uomo è al centro. In questo processo siete da esempio per l'Europa intera e vi ringrazio per il lavoro che state svolgendo". 


A seguire pubblichiamo l'articolo uscito su NewSicilia.it il 15 settembre 

I migranti pregano: la risposta a chi specula sui fatti di Palagonia

Sul sito de "I Giovani per la Pace" della Comunità di Sant'Egidio troviamo un articolo sulla veglia di preghiera organizzata insioeme ai richiedenti asilo del Cara in occasione dei tragici fatti di Palagonia e delle reazioni razziste suscitate e spesso incentivate dalla speculazione politica. RIportiamo parte dell'articolo che potete leggere integralmente seguendo questo link.

Inoltre su You Tube trovate un breve reportage che potete vedere anche sul nostro sito a questa pagina

 

Lunedì 7 Settembre alle 17:00 i giovani migranti del CARA di Mineo si sono ritrovati al container C a pregare per i coniugi Solano, uccisi lo scorso 30 agosto a Palagonia. In un clima di grande commozione circa un centinaio di cristiani cattolici, protestanti, pentecostali provenienti da Ghana, Nigeria, Gambia Mali ed altri paesi si sono ritrovati con i giovani migranti da tempo parte della Comunità di Sant’Egidio. Una preghiera a cui hanno partecipato anche alcuni degli impiegati della struttura e la direzione al completo. Molti dei lavoratori, in turno, hanno voluto ringraziare gli ospiti che hanno promosso la preghiera per l’appuntamento che hanno voluto con forza. “Abbiamo vissuto la solidarietà, l’amore e la vicinanza” non possiamo non mostrarle a nostra volta a chi è stato colpito dalla violenza dei fatti di Palagonia”. Una preghiera voluta con forza perché troppo forte l’impatto con la notizia diffusasi nelle ore successive all’uccisione dentro il CARA, uno shock hanno detto alcuni. “La violenza si è abbattuta anche su di noi, sappiamo cosa vuol dire esserne vittime”. Durante la preghiera ognuno ha tenuto in mano una piccola candela in ricordo dei coniugi Solano. “Il nome di Dio è la Pace. Preghiamo perché non si alzi più la mano di un uomo su un altro uomo, perché nessuno soffra per la violenza, per i coniugi Solano e perché ognuno di noi viva come custode di suo fratello” queste le parole finali affidate alla predicazione sul brano di Genesi 4, 1-16.

Il coro e il gruppo di danza del Cara Mineo al Premio Posidone

Nella Villa Comunale di Fiumefreddo si è svolta domenica 2 agosto la 15ma edizione del Premio Posidone, con l'esibizione del oro dei nostri ragazzi e del gruppo di danza Cara's Free Spirit. IL coro ha emozionato i presenti con l'intrerpretazione dell'intramontabile "We ar the Worls" ma anche con  l'inno del Sud Africa omaggio all'indimenticato Nelson Mandela. 

Delegazione di europarlamentari in visita al Centro

Una delegazione di europarlamentari di diverse nazionalità ha visitato oggi il Centro Accoglienza di Mineo. Prima di andar via, alla fine della visita in cui il direttore ha mostrato il funzionamento della struttura ed evidenziato le criticità dell'emergenza, la delegazione ha voluto incontrare i superstiti del naufragio dell'aprile scorso. L'On.le Cecile Kyenge in particolare ha parlato contro la tratta di esseri umani.

“Oggi siamo a Mineo – ha affermato l’on. Kashetu Kyenge, poco prima di lasciare il Cara – per verificare come vengono spesi i fondi dell’Unione europea in materia d’accoglienza ed integrazione. Bisogna partire dalle tante esperienze che si vivono giornalmente sul territorio, correggendo i limiti e salvaguardando al contempo i punti di forza del sistema, per giungere al più presto ad una politica comune. Il nostro obiettivo prioritario è comunque legato alla lotta contro il traffico di essere umani, che deve essere contenuto in una programmazione di medio e lungo termine sui temi dell’immigrazione”. “La visita di oggi – ha argomentato il direttore Sebastiano Maccarrone – ha permesso al Cara di farsi conoscere dai vertici del Parlamento Europeo. Abbiamo risposto alle domande dei parlamentari, spiegando loro dettagliatamente le fasi che accompagnano i migranti dall’accoglienza fino all’integrazione con il territorio. Rimarco, per l’ennesima volta, che la nostra azione è volta al rispetto e soprattutto alla tutela della persona”.

Festa per i giovani calciatori dell'ASD Cara Mineo

Il taglio della torta e una medaglia ricordo per tutti, così è stata festeggiata la Centro Accoglienza la promozione della squadra di calcio in prima categoria. La festicciola è stata anche l'occasione per salutare molti giocatori che, avendo ottenuto la protezione internazionale, stanno abbandonando il centro e non faranno più parte della squadra.

Una piccola festa, con giocatori, dirigenti e allenatori della squadra che ha vinto il girone di seconda categoria garantendo, per il secondo anno consecutivo, la promozione dell'ASD Cara Mineo che adesso dovrà affrontare il torneo di Prima Categoria.

Un successo, quasi impensabile due anni fa, ottenuto con determinazione e tanta voglia di giocare e farsi accettare. Infatti il primo obiettivo della partecipazione al campionato FIGC è stato quello dell'integrazione e della promozione di una cultura di solidarietà e antirazzismo.

1 Commenti

In vista a Messina i nostri boxeur

Il 17 maggio a Spadafora (Me) tre giovani atleti  richiedenti asilo del Cara di MIneo si sono esibiti in una manifestazione sportiva di boxe.

In particolare il nostro Francis Ibizgbe Osanye, proveniente dalla Nigeria, che è già al suo terzo incontro nella categoria pesi massimi seniors, e che ha iniziato ad allenarsi a settembre dell'anno scorso, ha vinto la sua sfida (Francis ha già al suo attivo due vittorie e una sconfitta).


Gli altri due boxeur, anche loro nigeriani, hanno invece iniziato gli allenamenti a marzo di quest'anno nella stessa palestra di Ramacca, e per loro si è trattato del primo incontro di boxe ufficiale. Godwin Okpor nella categoria pesi walters seniors, ha vinto il suo incontro, mentre Obioye Oni nella categoria pesi leggeri seniors, ha perso il suo match di esordio.

Tutti e tre gli atleti sono tesserati con l'ASD Cara Mineo e si allenano con la World Boxing Club di Ramacca seguiti dal tecnico Salvatore Oliveri.

Visite di conoscenza del territorio: Vizzini

Giovedì 14 maggio si è svolta la prima passeggiata alla scoperta del calatino, all'interno del progetto "Visite di conoscenza del territorio", che vede coinvolti gli ospiti del CARA di Mineo frequentanti i corsi di lingua italiana . La prima tappa è stata la città di Vizzini con la sua storia e le sue tradizioni. I 50 studenti del centro hanno trascorso una parte dellla giornata all'interno di un caseificio, apprendendo le tecniche di produzione dei vari formaggi ed esplorando i territori dell'azienda. La giornata è proseguita all'insegna del Verga, con la visita del museo "verghiano" e della rappresentazione di una piccola parte della Cavalleria Rusticana.


leggi l'articolo su www.newsicilia.it


e su BlogSiciia

Progetto "Integrazione e multiculturalità" ITC Caltagirone

Si è concuso l'11 maggio con una esibizione di teatro e danza il progetto "Integrazione e multiculturalità" dell'ITC Giorgio Arcoleo di Caltagirone cui hanno partecipato studenti dell'Istituto insieme a giovani provenienti dal Cara di Mineo.

Il progetto, iniziato a dicembre, ha visto diversi momenti di confronto tra cui il 24 marzo l'incontro con il Vescovo di Caltagirone Mons. Peri e il 28 aprile una gita d'istruzione in cui gli studenti dell'istituto G.Arcoleo hanno fatto da guida per le vie e i monumenti di Caltagirone ai richiedenti asilo.

Festa finale l'11 maggio con una esibizione congiunta di tutti i partecipanti.

La stampa italiana al Cara di Mineo: Corriere della Sera

La stampa italiana al Cara di Mineo: Repubblica

La Sicilia del 13 aprile 2015: promozione in Prima Categoria